io sul primo tiro in apertura

Il campanile Gardeccia è fra i torrioni più interessanti e comodi del Larsec, il breve avvicinamento e il rientro comodo contribuiscono e invogliano ad andarci. L’apprendista, si svolge subito a destra della classica via Hendrina e finisce in cima alla spalla del Pilastro sud senza raggiungere la cima. L’itinerario è ottimo per giornate di tempo incerto o nelle corte giornate autunnali. La roccia è buona e ripulita e l’attrezzatura ottima. Una bella linea, logica e in grande esposizione.

marco sul secondo tiro in apertura
ACCESSO GENERALE

Per raggiungere la località Gardeccia sotto al Catinaccio ci sono 2 modi. Il primo consiste nel parcheggiare davanti alla seggiovia Catinaccio a Pera di Fassa e con questa si raggiunge Pra Marin. Da qui con 30 minuti di camminata si è al Gardeccia. Il secondo modo, consiste nel raggiungere la frazione di Moncion sopra Pera di Fassa e parcheggiare lungo la strada (difficoltà in alta stagione). Da qui in avanti vige un divieto di transito. Non resta che proseguire a piedi (o in E-bike) lungo la strada asfaltata fino al Gardeccia. Ore 1e15.

ACCESSO

Dal Rifugio Gardeccia (ottimo ristoro), ritornare indietro sulla strada principale e oltrepassare un ponte di legno. Subito dopo il ponte sulla sinistra parte il sentiero con indicazione Passo delle scalette n°583. Seguirlo in piano per un po’, fino al primo ghiaione che scende da sinistra (ometto). Risalirlo fin poco sopra la metà, per poi attraversare a destra seguendo una traccia in mezzo ai mughi (ometti) ed in breve all’attacco, posto circa 5 metri sotto al punto più alto del ghiaione (frana) Ore 0,40

ITINERARIO

Vedi relazione

DISCESA

In corda doppia lungo l’itinerario.

MATERIALE

1 corda 70mt, 12 rinvii, serie di friends.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *